Immagine Google Maps
in foto: Immagine Google Maps

Tragedia a Pavia, dove il cadavere di una donna è stato ritrovato nel Naviglio. Il drammatico rinvenimento risale alla giornata di oggi, sabato 7 dicembre. Non è ancora nota l'identità della vittima, ma secondo le primissime informazioni apprese apparterrebbe a una quarantenne. A dare l'allarme i residenti, che hanno notato ciò che sembrava essere una sagoma umana emergere dalla superficie dell'acqua. Preoccupati che si trattasse di una persona, hanno subito dato l'allarme, chiedendo l'intervento urgente dei soccorritori. Sul posto, ricevuta la telefonata d'emergenza sono intervenuti i vigili del fuoco.

Cadavere nel Naviglio Pavese: disposta l'autopsia

I pompieri hanno recuperato il corpo esanime dall'acqua, riportandolo a riva ormai privo di vita. Inutile la corsa del personale sanitario del 118 arrivato tempestivamente in ambulanza, purtroppo non c'è stato nulla da fare per la donna se non  constatarne il decesso. Presenti alle operazioni gli agenti della Polizia di Stato che hanno transennato l'area e svolto gli accertamenti necessari al caso, attendendo l'arrivo del medico legale per l'accertamento del decesso. Terminate le verifiche di rito, la salma è stata trasferita in obitorio, dove si trova a disposizione del medico legale che ne disporrà l'autopsia.

Trovata una bicicletta, ipotesi incidente

I risultati degli esami autoptici infatti serviranno a chiarire le cause che hanno provocato il decesso e quanto tempo è trascorso dalla morte. Non è ancora chiara la dinamica dell'accaduto al vaglio della Polizia, che indaga per ricostruire i fatti. A poca distanza dal luogo del ritrovamento è stata trovata una bicicletta che apparteneva alla donna. Bici che era posizionata a monte, lontana circa cento metri. Una delle ipotesi considerate dagli investigatori è che si sia trattato di un incidente, ma è ancora presto per dirlo con certezza.