Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

A Pavia una bimba di quindici mesi è finita in ospedale dopo aver ingoiato un pezzo di hashish trovato in casa. La piccola è stata ricoverata per alcuni giorni al reparto di Pediatria del San Matteo, mentre i genitori sono indagati per lesioni colpose.

Pavia, bambina piccola ingerisce hashish lasciato in casa dai genitori

Secondo quanto riportato dal quotidiano "La provincia pavese", la bambina nei giorni precedenti al ricovero aveva cominciato a sentirsi male e comportarsi in modo strano. Si addormentava frequentemente e non reagiva agli stimoli. A quel punto i genitori, preoccupati, l'hanno portata al pronto soccorso pediatrico del Policlinico di Pavia. I medici hanno sottoposto la piccola paziente a esami delle urine da cui è emersa la presenza di cannabinoidi.

La piccola si è sentita male ed è stata ricoverata, i genitori sono indagati per lesioni colpose

A quel punto padre e madre hanno capito cosa poteva essere successo. Hanno spiegato di aver fatto uso di hashish nei giorni precedenti il malore della figlia. La bambina piccola, girando in casa senza la sorveglianza di un adulto, avrebbe trovato un pezzetto di sostanza stupefacente e lo avrebbe ingerito. Il suo quadro clinico per fortuna è migliorato rapidamente. Grazie alle cure ricevute in ospedale si è ripresa ed è potuta tornare a casa. Per il momento potrà restare ancora con i genitori, che però dovranno seguire un percorso di sostegno. La famiglia è seguita dai servizi sociali del Comune di Pavia. Del caso si sta occupando anche il Tribunale per i minori di Milano.