Due volontari della Protezione civile, Ermanno Belotti e Michele Adamo, sono rimasti folgorati questa mattina da una scarica elettrica da 15mila volt, in alta tensione, mentre stavano posizionando una stazione radio nei pressi del lago della cava del Belgiardino di Montanaso Lombardo, in provincia di Lodi.

Scossa da 15mila volt: folgorati due volontari della Protezione civile

Il grave incidente è avvenuto attorno alle 11 di oggi, venerdì 8 novembre. Le vittime sono due uomini di 39 e 48 anni. Sul posto sono arrivate due ambulanze e un'automedica e i due volontari sono stati trasportati al pronto soccorso di Lodi. Non sono in pericolo di vita. Il 48enne, con ustioni più gravi, potrebbe essere trattenuto in ospedale per qualche giorno, mentre il 39enne potrebbe venire dimesso questa sera, in assenza di complicazioni.

Stavano posizionando una stazione radio: non sono in pericolo di vita

Entrambe le vittime dell'incidente sono volontari dell'Associazione nazionale alpini e abitano in provincia di Bergamo. L'infortunio, sul quale sono intervenuti per le indagini la questura di Lodi e i tecnici dell'Ats Metropolitana, è avvenuto nell'ambito dell'esercitazione Vardirex che coinvolge la colonna mobile di Protezione civile di Regione Lombardia e anche l'Esercito. La prima ipotesi è che una delle antenne della stazione radio che i due stavano posizionando sia arrivata accidentalmente a pochi centimetri di distanza da un cavo elettrico sospeso tra due pali.

Il messaggio del capo dipartimento Borrelli

Il capo del Dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli, ha rivolto auguri di una pronta guarigione ai due volontari rimasti feriti. "Mi auguro che i due volontari della sezione Ana di Bergamo possano rimettersi presto e rinnovo il mio ringraziamento. A loro come a tutte le donne e gli uomini delle associazioni di volontariato e delle forze dello Stato che, con tanta generosità e dedizione operano ogni giorno nei molteplici ambiti di Protezione civile".