Alcune opere sono comparse in questi giorni per le strade di Milano, sono la nuova fatica dell'artista aleXsandro Palombo che prendono il nome di "Caritas": un modo per richiamare l'attenzione sull'aggravarsi della povertà durante l'emergenza coronavirus. Una ritrae "Papa Francesco" in versione clochard che, povero fra i poveri, chiede l'elemosina disteso su un cartone, un'altra ritrae la "Madonna con bambino" mentre chiede la carità ai passanti. E ancora bicchieri con il logo Coca-Cola, simbolo del consumismo di massa e del capitalismo, trasformati in bicchieri per chiedere la carità.

"Questa crisi è la più grande opportunità che abbiamo per ridisegnare e umanizzare la società. Oggi più che mai bisogna accorgersi dell'altro, di chi si trova sul nostro cammino e che sta vivendo un momento di estrema necessità – spiega l'artista – ognuno di noi può fare la differenza nell'aiutare i più fragili e tutte quelle famiglie che in questo momento sono cadute in povertà. Questo è il momento di  comprendere che il futuro è generosità e solidarietà". Obiettivo delle sue opere è spostare l'attenzione dalla pandemia sanitaria alla pandemia della povertà, una potente riflessione sul drammatico aumento dei poveri in Italia e in tutto il mondo. I murales di Papa Francesco in versione clochard si trovano in diversi luoghi della città: in piazza San Gioachimo angolo via Gustavo Fara 2, all'angolo di via Leopoldo Marangoni con via Vittor Pisani, tra via Vittor Pisani e viale Tunisia e in piazzale Oberdan. Mentre il murale della ‘Madonna con bambino' compare sul muro esterno dell'albergo diurno Venezia, in Porta Venezia.