244 CONDIVISIONI
Covid 19
26 Aprile 2020
19:07

Pacchi alimentari solo agli italiani e donazioni a gruppo neofascista: Conad disdice l’accordo

Passo indietro per la Conad che attraverso il suo amministratore delegato Francesco Pugliese ha fatto sapere di aver disdetto l’accordo con la onlus di Milano Bran.co. direttamente collegata al gruppo neofascista di Lealtà e Azione: su proposta del presidente di Municipio 7 Marco Bestetti era stata organizzata una spesa sospesa per le sole famiglie italiane, compresa la raccolta di donazioni per la stessa associazione.
A cura di Chiara Ammendola
244 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

È intervenuto l'amministratore delegato di Conad Francesco Pugliese a fare chiarezza su quanto denunciato dal presidente di Anpi Milano, Roberto Cenati, in merito all'iniziativa di due punti vendita Conad nel capoluogo lombardo che hanno accolto nei giorni scorsi la proposta del presidente di Municipio 7 Marco Bestetti: venti centesimi in beneficenza per ogni scontrino emesso dal 27 aprile al 3 maggio all'associazione Bran.co. Associazione di fatto connessa al gruppo neofascista di Lealtà e Azione. Dopo le polemiche susseguitesi in questi giorni l'ad Pugliese ha fatto sapere di aver di fatto sospeso la collaborazione nata sotto consiglio di un amministratore locale: "I valori del 25 aprile sono gli stessi su cui è fondata Conad. La onlus era stata indicata da un amministratore locale. Valutato il nostro codice etico, non possiamo collaborare con loro", si legge nel post pubblicato su Twitter proprio ieri, anniversario della Liberazione dell'Italia.

"Ricordiamo che Bran.co destina i pacchi alimentari, delle spese solidali, unicamente agli italiani, in aperta violazione dei principi fondamentali sanciti dalla nostra Carta Costituzionale e del dovere di solidarietà – aveva scritto in un lungo posto di denuncia Anpi Milano – l'iniziativa partita, proprio alla vigilia del 25 Aprile, da chi ricopre un importante incarico istituzionale è gravissima".

L'iniziativa, promossa da due supermercati Conad di Milano, uno in via Buonarroti e un altro in viale Murillo, era stata proposta proprio per il municipio 7 guidato da Marco Bestetti di Forza Italia, scelta che oltre alla denuncia di Anpi, Arci e Cgil, aveva scatenato la reazione di numerosi clienti: in tantissimi commenti ai posti di denuncia e promozione dell'iniziativa in molti si erano detti pronti a boicottare il marchio Conad. Ieri la decisione di Pugliese mentre Bestetti su Facebook aveva commentato: "Nel rimanere sbalordito per questa polemica surreale, evidentemente l’ANPI Milano, nel suo impeto censorio e ideologico, non sa che l’Associazione messa all’indice è una Onlus che opera da settimane in sinergica collaborazione con il Comune di Milano, nell’ambito della rete “Milano aiuta”, per consegnare generi alimentari a decine di famiglie, italiane come straniere, di destra come di sinistra, cattoliche come musulmane".

244 CONDIVISIONI
31872 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni