Una vera e propria bomba d'acqua si è abbattuta ieri su Milano creando danni e disagi ai cittadini: strade e sottopassaggi allagati e fiumi vicini all'esondazione, oltre a scuole chiuse. La pioggia è caduta in maniera intensa a partire dalle prime ore della notte e per l'intera giornata di ieri lunedì 21 ottobre sul capoluogo lombardo: il Seveso ha raggiunto la cosiddetta "soglia di attesa 2", avvicinandosi pericolosamente all'esondazione poi rientrata. I vigili del fuoco e la polizia locale sono intervenuti dopo le numerose chiamate per sottopassi e scantinati allagati, mentre sono state diverse le strade e le piazze allagate.

Viabilità interrotta e scuole chiuse

A Nord la viabilità è stata interrotta in via Astesani, viale Rubicone, via Negrotto e al Cavalcavia Bussa. A Sud lo stop ha riguardato via Spezia, a Est in via Lombroso e via Varsavia. Chiusa anche via Solari mentre diverse sono state le cantine allagate e i vari alberi caduti. Cinque le scuole dell'infanzia che a causa della pioggia sono rimaste chiuse: "Stiamo indagando le cause delle singole situazioni, tenendo conto che in caso di piogge intense come quelle di questa notte, con volumi d'acqua importanti in tempi ristretti, può succedere che le gronde e i pluviali non riescano a far defluire correttamente tutta l'acqua – commenta l'assessore all'Educazione con delega all'Edilizia scolastica Laura Galimberti – interverremo il prima possibile, sia attraverso le imprese sia con i nostri tecnici, per ripristinare anche le condizioni interne, così da permettere ai bambini di rientrare al più presto".

Martedì 22 ottobre: tempo in miglioramento

Allagata anche la stazione di Domodossola per la saturazione del sistema fognario: i treni sono stati fatti fermare a Bovisa e hanno accumulato ritardi medi di 35/40 minuti. Rallentamenti in superficie per tutti i passeggeri delle linee di superficie Atm, con limitazioni per bus e tram fino a metà mattina. Sulla linea lilla della metropolitana sono state chiuse per un paio d'ore le scale di accesso delle fermate Marche, Segesta, Isola, Bicocca, Lotto, Bignami, Gerusalemme, Cenisio, Portello e Garibaldi. Diverso il discorso per la M2, dove la circolazione è stata sospesa per circa 30 minuti tra le fermate di Cadorna e Caiazzo. Per la giornata di oggi martedì 22 ottobre, secondo il bollettino emanato dalla Protezione Civile della regione Lombardia, il tempo è previsto in miglioramento, con un graduale ritorno a condizioni stabili e precipitazioni moderate possibili per qualche ora, sempre su Laghi e Prealpi Varesine al confine con il Piemonte e sui restanti settori occidentali della Lombardia.