La pioggia continua a cadere incessantemente su Milano da giovedì sera, il temporale che nella notte si è abbattuto sulla città ha provocato allagamenti nel quartiere Niguarda dove questa mattina si contano i primi danni. Garage e cantine ricolmi d'acqua, strade chiuse, alberi abbattuti e anche fermate della metro chiuse. Un'ennesima tegola per il capoluogo lombardo già provato dalle lunghe settimane di lockdown a causa del coronavirus e da una Fase 2 ancora poco definita. Da questa mattina sono in corso le operazioni da parte dei vigili del fuoco e degli addetti Amsa per liberare le strade dagli alberi caduti e dagli oggetti ingombranti e svuotarle dall'acqua che è riuscita nella notte ad entrar anche nei negozi. In viale Fulvio Testi, una delle strade più colpite, diversi alberi sono stati sradicati dal forte vento e dalla pioggia e hanno invaso la carreggiata, colpendo alcune auto e interrompendo la circolazione dei tram.

Chiuse linee delle metro M2, M3 e M5, deviati tram e autobus

Proprio i mezzi di trasporto pubblici stanno subendo diversi rallentamenti. Nello specifico per quanto riguarda le linee della metro, i treni della Linea M2 sono sostituiti da bus nelle tratte Famagosta-Assago e Famagosta-Abbiategrasso, quelli della Linea M3 saltano la fermata Zara (alternative: 90/91 da Sondrio a Stelvio/Farini), infine quella della Linea M5 saltano le fermate Marche e Zara; alternative: tram 7 da Precotto a Marche. Modifiche anche alla circolazione del tram 5 (fa servizio tra Ortica e Lunigiana), del tram 7 (fa servizio nella tratta Precotto – Testi/Santa Monica), del tram 33 (fa capolinea in via Farini/Bassi anziché in p.le Lagosta). Così come i bus 42, 51, 70, 82 e 93.

Sotto sorveglianza il fiume Lambro

I vigili del fuoco riferiscono che a causa dell'esondazione del fiume che ha raggiunto via Ca' Granda per poi scendere verso viale Fulvio Testi, l'acqua ha raggiunto numerosi condomini provocando diversi i blackout che hanno di bloccato le pompe di drenaggio, le prime difese contro le esondazioni. Il punto della situazione è stato fatto anche dall'assessore di Milano alla Mobilità Marco Granelli, che su Facebook questa mattina ha spiegato che l'esondazione del Seveso è rientrata intorno alle 8 e che è ora in corso la pulizia delle strade che dovranno essere liberate dall'acqua: mentre il livello del Lambro continua a salire e potrebbe esondare da un momento all'altro. In corso l'evacuazione delle comunità del Parco Lambro per prudenza.