Appartiene ad Adelio Pinoli il corpo senza vita ritrovato nelle montagne della Valchiavenna questa mattina. A lanciare l'allarme un escursionista che giunto in località Avedè, nel comune di Novate Mezzola, ha fatto la macabra scoperta: sul posto sono accorsi immediatamente i soccorritori del 118 e gli uomini del soccorso alpino ma purtroppo per l'uomo non c'era ormai più nulla da fare e non è stato possibile fare altro che constatarne il decesso.

Il decesso avvenuto diverso tempo fa

Il cadavere del 72enne Adelio Pinoli si trovava lungo il sentiero A6, in territorio comunale di Novate Mezzola, in provincia di Sondrio. Secondo una prima ipotesi sembra che fosse lì da diverso tempo. Quando l'escursionista che lo ha ritrovato questa mattina, venerdì 3 luglio, intorno alle 9 ha allertato i soccorritori sul posto è accorso anche il medico legale perché il decesso, con ogni probabilità, risaliva a qualche tempo prima del ritrovamento del corpo. Il comandante del Sagf della Guardia di finanza di Madesimo ha fatto poi disporre il trasferimento a valle della salma per il successivo trasporto all'obitorio dell'ospedale di Chiavenna, a disposizione della procura di Sondrio che, nelle prossime ore, deciderà se ordinare l‘autopsia o eseguire solo la ricognizione cadaverica.

Escursionista muore precipitando in un dirupo in Valtellina

Solo questa mattina un uomo di 40 è rimasto vittima di un tragico incidente in montagna a Berbenno di Valtellina, sempre territorio di Sondrio: Ivan Negri, questo il nome della vittima, è morto precipitando in un dirupo per circa 150 metri mentre percorreva un sentiero in località Prati Maslino, a circa 800 metri di quota. Stando ai primi rilievi, l'uomo potrebbe essere stato colto da un improvviso malore mentre camminava. A quel punto sarebbe scivolato nel dirupo. Una caduta di 150 metri che gli  stata fatale.