Nina Moric ha querelato per diffamazione aggravata Elena Morali per "una serie infinita di frasi" a suo parere lesive e denigratorie pronunciate domenica 17 maggio in diretta tv a ‘Live – Non è la D'Urso'. 

Scontro in tv, Nina Moric querela per diffamazione Elena Morali

"In data 17 maggio 2020 la Signorina Elena Morali ed il suo fidanzato Luigi Mario Favoloso venivano invitati a partecipare alla trasmissione televisiva ‘Live – non è la D’Urso', in onda su canale 5, per replicare, in ossequio alla loro richiesta, ad alcune affermazioni della scrivente circa l’esistenza di una telefonata intercorsa fra la predetta Morali e la sottoscritta, telefonata che, per il suo contenuto, aveva fortemente preoccupato la sottoscritta perché l’interlocutrice le riferiva, in preda ad un pianto disperato, di avere molta paura di Luigi Mario Favoloso e di essere ricattata da quest’ultimo, situazione indubbiamente simile a quella vissuta dalla scrivente", si legge nella denuncia-querela presentata dalla modella e showgirl croata, assistita dall'avvocato Solange Marchignoli.

Lo scontro nato da una telefonata

La vicenda nasce dalle affermazioni di Moric, che ha sostenuto di aver ricevuto una lunga telefonata da una Morali in lacrime, che avrebbe raccontato di essere stata ricattata con un video hard dal fidanzato Luigi Mario Favoloso (ex di Nina Moric, che lo ha denunciato per maltrattamenti, percosse, rapina aggravata, stalking e altri reati). Morali ha replicato nello studio di Barbara d'Urso, ha negato tutto e ha offerto la sua versione. Nel suo intervento ha pronunciato alcune frasi che Moric giudica diffamatorie – "Ha bisogno di qualche cura questa signorina", "Ma cosa vuole? Visibilità? Che andasse a fare un corso di italiano, mettersi a letto e farsi curare", "Si facesse meno lifting, riuscirebbe un pochino a far finta di piangere" – e per questo ha avviato l'azione legale presentata alla Procura di Milano.