Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Si è presentato al pronto soccorso attorno a mezzanotte, sanguinante e con un coltello da cucina conficcato nella schiena. Ai medici increduli ha raccontato di essersi ferito da solo, cadendo sulla lama mentre faceva giardinaggio, ma nessuno gli ha creduto. Il protagonista della vicenda è un uomo di Nerviano, nell'hinterland a nord ovest di Milano, che è stato ricoverato ma non è in pericolo di vita.

La moglie ha confessato: è ai domiciliari

I sanitari dell'ospedale di Rho (Milano), non convinti dalla versione dei fatti fornita dall'uomo, hanno avvisato i carabinieri. I militari sono quindi andati a casa sua e hanno parlato con la moglie, una donna di 63 anni, che ha subito confessato di aver colpito il coniuge con il coltello da cucina al culmine di una lite. La signora è stara arrestata e si trova ora ai domiciliari a casa del figlio. Il ferito è stato ricoverato in ospedale per accertamenti ma la sue condizioni non destano preoccupazione.