Puntuale come le festività natalizie, torna come ogni anno a Milano la fiera degli Oh Bej! Oh Bej!. Da giovedì 7 a domenica 10 dicembre l’immancabile appuntamento, che affonda le sue origini indietro nei secoli, animerà il perimetro del Castello Sforzesco con 379 espositori e oltre 25mila metri quadri di superficie espositiva. Dalle 8.30 alle 21 milanesi e turisti potranno immergersi in quella che è la fiera cittadina più antica, che si celebra a cavallo della ricorrenza di Sant'Ambrogio, santo patrono della città, e la cui origine è sospesa tra storia e leggenda: il nome deriverebbe dai doni portati in città nel ‘500 da un delegato del papa Pio IV, Giannetto Castiglione, che voleva ingraziarsi i milanesi.

Quest'anno quattro banchi dedicati ai presepi e agli addobbi.

La fiera, che segna l'arrivo vero e proprio del periodo di Natale, si terrà nel tratto compreso tra via Gadio e piazza Castello. La novità di quest’anno è la presenza di quattro banchi interamente dedicati ai presepi e agli addobbi per gli abeti natalizi. Per il resto, l'amministrazione comunale ha scelto tra gli espositori quelli in grado di assicurare le più autentiche atmosfere e i generi merceologici più rappresentativi della storica fiera. I visitatori potranno quindi trovare 52 rigattieri, 19 fioristi, 24 artigiani, 51 mestieranti, 19 venditori di stampe e libri, 5 maestri del ferro battuto, rame e ottone, 14 giocattolai, 17 rivenditori di dolci, nove tradizionali venditori di caldarroste e 10 di “Firunatt”, le tipiche castagne infilate affumicate, oltre a cinque produttori di cesti e due di miele e affini.

“Gli Oh Bej! Oh Bej! non sono solo un momento commerciale ma un’occasione per raccontare la storia, la cultura e la tradizione della città, spaziando dai prodotti dell’artigianato locale agli alimentari immancabili sulle tavole dei milanesi, dalle caldarroste ai dolciumi fino ai lavori in ferro battuto e ottone, ai fiori e agli addobbi natalizi – ha detto l'assessore alle Politiche per il lavoro, attività produttive e commercio Cristina Tajani – In questi anni abbiamo lavorato per rendere la fiera sempre più vivibile conciliando qualità dell’offerta e rispetto della tradizione". Palazzo Marino ha dovuto effettuare una scrematura tra le candidature ricevute: oltre 710 da tutta Italia.

Al Cavalcavia Bussa l'Alter Bej! con altre 80 bancarelle.

Come da qualche anno a questa parte, dal 5 all'8 dicembre saranno presenti altre 80 bancarelle presso il cavalcavia Bussa, che collega la stazione di Porta Garibaldi con il quartiere Isola. Si tratta della cosiddetta "Alter Bej!", iniziativa realizzata dagli operatori dall’Associazione “Altrimenti”, che per l’occasione esporranno auto-produzioni artigianali e creazioni artistiche, il tutto accompagnato dalle esibizioni di musicisti, giocolieri e artisti di strada.