Andrea Cortellezzi
in foto: Andrea Cortellezzi

È morto Pierluigi Cortellezzi, imprenditore di 88 anni e papà di Andrea, che nel 1989, quando aveva 22 anni, fu sequestrato e non fu mai più ritrovato. "Il cuore di Pierluigi, il cuore di un papà a cui hanno strappato il figlio, ricercato per 30 anni battendo tutte le strade, cercando ogni incontro possibile per riportarlo a casa o almeno per sapere dove poterlo piangere. Trent’anni non sono bastati, finora la giustizia ha fallito, Ma Pierluigi con la sua ricerca ha sempre tenuto accesa l’umanità di tutti noi, quell’umanità persa da chi vende la vita di qualcuno  in cambio di denaro maledetto. Ora lui dal cielo custodisce una verità che noi ancora non conosciamo, ma che finalmente ha raggiunto", ha detto il parroco durante i funerali.

La scomparsa di Andrea Cortellezzi

Il 17 febbraio del 1989 Andrea Cortellezzi scomparve di casa a Tradate, Varese. Non si seppe più nulla. Il papà denunciò un rapimento, ma gli investigatori non riuscirono inizialmente a trovare indizi in merito a quell'ipotesi. Un allontanamento volontario, un sequestro da parte di una banda di criminali o ancora della ‘ndrangheta calabrese? Nessuna ricostruzione sembrava convincente. A luglio dello stesso anno si ebbero le prime e ultime, terribili notizie sul conto di Andrea e gli inquirenti cominciarono finalmente a seguire la pista del sequestro: a casa fu recapitato un orecchio tagliato e una richiesta di riscatto. C'era anche una foto del ragazzo con l’orecchio sinistro tagliato a metà e su una fotocopia della patente c'era scritto: "Se entro il 17 luglio non pagate 3 miliardi lo restituiremo a pezzettini". Ci fu una telefonata ad agosto e poi più nulla. Nessuno sa dove sia o che fine abbia fatto Andrea, tuttora.