Un Ambrogino d'oro alla memoria per Filippo Penati. La proposta di un riconoscimento per l'ex sindaco di Sesto San Giovanni ed ex presidente della Provincia di Milano, scomparso ieri in seguito ad una malattia, è arrivata da esponenti sia del centrodestra che del centrosinistra milanese.

Penati, proposta di Pd e Forza Italia per l'Ambrogino d'oro alla memoria

L'onorificenza per "l'impegno civico, professionale e umano donato alla città di Milano" è stata proposta dal consigliere comunale di Forza Italia Alessandro De Chirico, ma è stata subito accolta dal Partito democratico e vede quindi tra i primi firmatari il capogruppo del Pd, Filippo Barberis. La lettera che propone la Medaglia alla memoria, una delle massime onorificenze del Comune di Milano che viene consegnata il 7 dicembre in occasione di Sant'Ambrogio patrono della città, per Filippo Penati non è stata firmata dalla Lega, dal Movimento 5 stelle, da Basilio Rizzo della sinistra di Milano in Comune e da Fabrizio De Pasquale, capogruppo di Forza Italia.

De Chirico (FI): Ha promosso Expo nel mondo e formato classe dirigente

"Tra le altre cose, Penati fu tra i protagonisti della promozione di Expo2015 nel mondo. – ha spiegato De Chirico – Ha contribuito a formare una classe politica di centrosinistra che oggi amministra in molti comuni della grande milano e non solo. Penati è una delle tante vittime di processi interminabili che logorano l’esistenza delle parti in causa, probabilmente causandone la malattia".

Barberis (Pd): Politico di razza, un uomo generoso e tenace

"Filippo è stato uno dei più efficaci e innovativi amministratori nella storia recente del nostro territorio – è il commento del capogruppo dem Barberis – Un politico di razza, un uomo generoso e tenace che fino all'ultimo, nonostante le dure vicende giudiziarie, che ha affrontato e superato, e la malattia, ha continuato ad impegnarsi nel sociale. Trovo significativo, e giusto, che questo riconoscimento sia proposto in modo trasversale dal Consiglio comunale di Milano."