È ancora caccia ai due rapinatori che nella notte tra venerdì e sabato hanno fatto irruzione nell'abitazione di un imprenditore di Monzambano, in provincia di Mantova, terrorizzando l'uomo e la moglie. Vittime della violenta rapina Fausto Pinelli, titolare di una ditta di pavimentazioni stradali, e la moglie. Nel cuore della notte, secondo quanto riporta "La Gazzetta di Mantova", i due coniugi sono stati svegliati dal rumore di vetri rotti. Si trattava dei due rapinatori che, armati di pistola, avevano fatto irruzione nella loro casa in via Tononi. Il marito è sceso e si è trovato davanti i due malviventi, che gli hanno puntato contro la pistola intimandogli di tornare in camera. I rapinatori hanno quindi iniziato a rovistare nell'abitazione, in cerca probabilmente della cassaforte che però non era presente.

La moglie dell'uomo ha provato a cercare rifugio in bagno: è stata raggiunta da uno dei banditi che l'ha picchiata e le ha strappato i due orecchini che indossava. A quel punto però il marito ha trovato il coraggio di gridare per cercare aiuto e tentare di mettere in fuga i rapinatori: i due in effetti sono scappati, inseguiti dall'imprenditore. Sarebbe stato proprio durante questo inseguimento che l'uomo è caduto, facendosi male a una gamba. Alla fine il bilancio di una nottata di terrore parla di due uomini in fuga con circa cento euro e due orecchini e dell'imprenditore 50enne portato all'ospedale di Peschiera del Garda per essere medicato. I carabinieri sono adesso sulle tracce dei due malviventi: decisive potrebbero rivelarsi le immagini registrate da alcune telecamere di videosorveglianza. Resta da capire se i due abbiano ricevuto una soffiata, poi rivelatasi errata, sulla presenza di una cassaforte a casa dell'imprenditore.