Immagini di repertorio
in foto: Immagini di repertorio

Il fuoco è divampato improvvisamente nel suo appartamento e non gli ha dato scampo: un 62enne è morto carbonizzato a Desio, in provincia di Monza, attorno alle 11.30 di venerdì 17 maggio. Sul posto, in via Cristoforo Colombo, sono intervenuti i vigili del fuoco con squadre arrivate anche da Seregno e Monza e i soccorritori del 118, ma per l'uomo non c'è stato niente da fare.

Il 62enne non è riuscito a mettersi in salvo

Il 62enne, disabile con difficoltà motorie, era solo in casa quando è scoppiato l'incendio e non è riuscito a mettersi in salvo. Non è ancora chiaro cosa abbia provocato il rogo, una delle ipotesi è che un mozzicone di sigaretta sia caduto sul divano o sul tappeto. In pochi minuti le fiamme hanno riempito l'appartamento. I vicini, quando si sono accorti del fumo che usciva dalle finestre hanno dato l'allarme e provato a sfondare la porta dell'alloggio. Lo stabile è stato interamente evacuato per precauzione e i residenti sono rientrati nelle loro abitazioni dopo un paio d'ore. Sul posto sono intervenuti anche la polizia locale e il sindaco di Desio Roberto Corti.

A Lumezzane un morto e sei feriti per un incendio in casa

Un altro rogo dalle conseguenze tragiche è scoppiato nelle prime ore della mattina a San Sebastiano, nel comune di Lumezzane, in provincia di Brescia. Le fiamme hanno distrutto un appartamento provocando la morte di una persona e il ferimento di altre sei. I vigili del fuoco sono intervenuti alle 5.30 con i soccorritori del 118 che hanno soccorso i feriti. Quando il fuoco è stato domato all'interno dell'abitazione è stato trovato il corpo carbonizzato di un uomo. Dalle prime informazioni è emerso che in casa abitava una famiglia composta da padre, madre e figlia. L'uomo sarebbe rimasto intrappolato in una stanza, forse il solaio, mentre cercava di sventare l'incendio.