"Mio padre appartenente al 4^raggruppamento Sezione Marche, nel pomeriggio di sabato 11 maggio a Milano durante l’adunata nazionale degli alpini, ha smarrito/ gli è stato rubato il proprio cappello d’alpino nei bagni chimici del Parco del Castello Sforzesco. Nonostante l’abbia cercato immediatamente non c’è stato modo di ritrovarlo. Potrà sembrare esagerato,ma il cappello è un segno d’appartenenza molto importante per questo corpo, soprattutto se, come in questo caso il cappello è quello consegnato durante la leva militare, con cui ha condiviso più di 50anni di vita,di avventure e di adunate". L’appello lanciato dalla figlia di un alpino che ha perso il suo cappello durante l'adunata di Milano è diventato virale dopo essere stato condiviso da Radio Deejay.

L'appello su Facebook: Aiutateci, per lui era tutto

Letizia Quintili ha chiesto aiuto su Facebook per ritrovare il cappello perduto nella giornata di domenica. "Mio padre ha perso, o probabilmente gli è staso preso da qualcuno, il suo cappello. Cappello consegnatogli cinquant’anni fa all’inizio della leva militare. Con quel cappello ha girato tutta Italia, durante tutti i raduni regionali e nazionali, tutte le manifestazioni e le iniziative a cui erano chiamati gli alpini", ha spiegato la donna. "È tornato con il viso triste e con il magone in petto, perché davvero per lui è il ricordo tangibile della sua gioventù e della sua vita. Quando gli ho chiesto per lui cosa significasse quel cappello, mi ha risposto: Letizia, per me quel cappello è tutto”. L'appello è stato raccolto dal Comitato Organizzatore Adunata, che ha a sua volta "fa leva sulla solidarietà, sensibilità e condivisione tipica degli Alpini".

Il cappello scomparso domenica al Castello Sforzesco

"Mio padre ha usufruito di uno di bagni chimici del parco del Castello Castello Sforzesco intorno alle 13 di domenica e ha appoggiato momentaneamente zaino e cappello nei ganci appositi messi all’interno. Nella fretta di prendere il treno per tornare, ha preso solo lo zaino, ed il cappello, suo fidato compagno, è rimasto lì", ha raccontato Letizia."Nell’arco di cinque minuti, mio padre si è reso conto di non aver preso il cappello. È tornato immediatamente nel posto dove lo aveva lasciato, ha cercato e ha chiesto agli addetti di quella zona, ma il cappello non c’era già più".