Un uomo di 44 anni ha maltrattato la sua compagna e la figlia 14enne di lei, arrivando ad abusare sessualmente della ragazzina minorenne. Proprio grazie al coraggio di quest'ultima, che ha denunciato tutto, alla fine è stato arrestato e ora condannato a 10 anni di carcere.

Maltrattamenti e abusi sulla compagna e la figlia 14enne di lei: condannato

La sentenza pronunciata dal giudice per l'udienza preliminare di Milano Natalia Imarisio, con rito abbreviato, mette fine alla drammatica vicenda che ha coinvolto la ragazzina, la madre e i fratellini. L'autore delle violenza è stato arrestato dalla polizia lo scorso novembre con l'accusa di maltrattamenti in famiglia, lesioni e atti sessuali. L'inchiesta, coordinata dal pubblico ministero Francesca Gentilini e dal procuratore aggiunto Letizia Mannella, aveva portato all'ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal gip Alessandra di Fazio.

Decisiva la testimonianza della ragazzina che ha denunciato tutto alla polizia

l 44enne, con precedenti per spaccio, nel 2018 era stato assolto dal reato di maltrattamenti e lesioni perché le accuse erano state ritenute inattendibili per la reticenza della sua compagna che, nonostante le botte, lo aveva sempre riaccolto in casa. A raccontare infine la verità sugli abusi, che duravano da anni, è stata la ragazzina, che è riuscita a raccontare agli agenti e al pm le vessazioni subite soprattutto da quando era ritornata a casa dopo un periodo trascorso in comunità. La 14enne aveva raccontato anche che in più occasioni aveva dovuto nascondere i fratellini nell'armadio per evitare che vedessero quel che subiva la madre e per proteggerli dalla furia del patrigno.