Il ministero per i Beni e le attività culturali (Mibac) sarebbe pronto a dare il via libera al progetto proposto dal direttore della Pinacoteca di Brera, James Bradburne, per il restyling di Palazzo Citterio. Lo storico edificio dovrà ospitare Brera Modern.

Brera, via libera del Mibac al restauro di Palazzo Citterio chiesto dal direttore Bradburne

L'ok al progetto di Bradburne da parte del ministero, secondo quanto rende noto l'Ansa citando fonti qualificate, sarebbe ormai imminente. La scorsa settimana il ministro Alberto Bonisoli aveva fatto sapere di aver sottoposto il progetto a una commissione di esperti anticipando che sarebbe arrivata una decisione entro oggi. Tra Braduburne, la soprintendenza e il ministero non sono mancate nel tensioni proprio sulla volontà del direttore di Brera di rivedere il progetto per Palazzo Citterio.

Palazzo Citterio "non idoneo" a ospitare Brera Modern: il progetto di restyling

Per Bradburne il restauro del palazzo gestito dalla Soprintendenza e completato nel maggio 2018 non ha tenuto conto della funzione museale e "non è idoneo" per ospitare la collezione di Brera Modern. Il direttore ha quindi proposto la sua idea di restyling. La previsione per il rifacimento è che i nuovi lavori si concludano entro la primavera del 2021: al termine dell'installazione degli impianti seguirà una fase di test, superata la quale, la nuova sede Museale potrà essere aperta.