Una scena macabra si è presentata ieri attorno a mezzogiorno agli occhi dei soccorritori intervenuti in via Palmanova, a Milano. Il cadavere di un uomo è stato trovato impiccato a un traliccio vicino ai binari della metro M2, la verde. La vittima, stando a quanto riportato dall'Azienda regionale emergenza urgenza, è un uomo di 48 anni. Si tratterebbe di un clochard che avrebbe deciso di togliersi la vita. La segnalazione all'Areu è arrivata attorno a mezzogiorno: sul posto sono intervenuti gli equipaggi di un'automedica e di un'ambulanza, che non hanno però potuto fare altro che constatare il decesso dell'uomo. Sul luogo della tragedia sono arrivati anche gli agenti della questura di Milano che hanno effettuato i rilievi del caso per ricostruire, almeno sulla base degli elementi in loro possesso, cosa sia accaduto.

La polizia ipotizza che si sia trattato di un gesto volontario

L'ipotesi più accreditata al momento è quella di un gesto volontario, un suicidio: l'uomo si sarebbe recato nel cantiere che si trova all'altezza della fermata della metro verde Cimiano, tratto in cui i binari si trovano in superficie, e si sarebbe tolto la vita impiccandosi a un traliccio che si trova a poca distanza dalle rotaie. Restano naturalmente ignote le motivazioni di un gesto così tragico, così come sconosciuta è l'identità dell'uomo che si sarebbe tolto la vita.