(Foto Facebook)
in foto: (Foto Facebook)

Tuffarsi nelle acque gelide del Naviglio indossando cuffie e costumi d'epoca. È l'iniziativa organizzata dalla Canottieri san Cristoforo di Milano, che ha lanciato l'evento "Cento per il cimento", un'antica tradizione meneghina che si ripeterà nella notte tra venerdì 24 e sabato 25 gennaio, e anche nella giornata di domenica 26. In tutto saranno cento i "Leoni del Cimento" che si getteranno nel Naviglio nella due giorni organizzata dal club milanese nel 2009 all'altezza dell'Alzaia Naviglio Grande. Il primo appuntamento è per la mezzanotte di sabato 25 gennaio, mentre il secondo partirà attorno a mezzogiorno di domenica 26 gennaio.

La storia del Cimento invernale: come è nata la tradizione?

Cimentarsi in una prova di coraggio immergendosi nell'acqua del Naviglio in uno dei periodi più freddi dell'anno, quelli che vengono definiti "I giorni della Merla". Da qui l'origine del nome Cimento, che per la prima volta è andato in scena nel 1895 grazie alla speciale competizione organizzata dalla Canottieri Olona nella giornata del 25 gennaio. Quella fu la prima edizione del Cimento invernale, in cui sette nuotatori si sfidarono sotto gli occhi di tanti curiosi, stupiti dal vedere persone in acqua in pieno inverno. Una manifestazione che a quei tempi contribuì in parte alla diffusione del nuoto come pratica sportiva. Da quel lontano 1895 ne è passata di acqua sotto i ponti, tanto per usare un modo di dire che ben si addice al contesto, ma la tradizione è stata preservata, inscenando quella prima storica edizione utilizzando costumi e cuffie dell'epoca, proprio come quei primi intrepidi nuotatori.