Il cadavere di un uomo, di circa 70 anni, è stato trovato questa mattina nei giardinetti che si trovano vicino alla stazione Centrale di Milano, sul lato di piazza Luigi di Savoia. A scoprire il corpo è stato un passante, pochi minuti prima delle 8. Immediata la segnalazione all'Azienda regionale emergenza urgenza che ha inviato sul posto un'ambulanza e un'automedica in codice rosso. Per l'uomo, purtroppo, non c'era però niente da fare: i soccorritori hanno solo potuto constatarne il decesso. Sul posto oltre ai mezzi di soccorso del 118 sono intervenuti anche gli agenti della questura di Milano e della polizia locale.

Non ci sarebbero segni di violenza sul corpo: si ipotizza un malore

Il cadavere dell'uomo si trovava sotto una pianta. Sul corpo, a un primo esame esterno, non sono stati trovati segni di violenza: elementi che inducono gli investigatori a ipotizzare che l'uomo possa essere deceduto per cause naturali, forse un malore. Non si conosce al momento l'identità della vittima, né si sa se si tratti di un clochard che aveva trovato riparo per la notte nell'aiuola o magari di un viaggiatore che si stava momentaneamente riposando nei giardini in attesa di un treno. Sarà l'autopsia, molto probabilmente, a chiarire le cause del decesso. A suffragare l'ipotesi del malore ci sono anche le particolari condizioni meteorologiche che Milano sta attraversando in questi giorni: tra ieri e oggi la città è stata inbfatti investita da un'ondata di calore che ha portato le temperature attorno ai 40 gradi.