È stata aggredita nell'ingresso del suo condominio da un uomo che, dopo averla avvicinata per fare due chiacchiere, ha cercato di violentarla. Il tentativo è fallito solo grazie all'intervento provvidenziale di un vicino di casa, arrivato proprio in quel momento. È l'incubo vissuto da Francesca, una ragazza di 26 anni, residente a Milano nel quartiere Barona.

Milano, giovane aggredita nell'atrio del condominio da un uomo: salvata da un viciino

La giovane ha denunciato tutto alla polizia e raccontato la sua storia a Il Giorno invitando le altre donne vittime di violenze a reagire e denunciare. "Per fortuna a me è andata bene, spero che la polizia rintracci quell’uomo, non deve fare quello che ha fatto a me a un’altra ragazza", ha detto la giovane. L'aggressione, secondo quanto riportato dal quotidiano milanese, è avvenuta nella mattinata del 2 ottobre.

Il racconto della vittima: Ero paralizzata dal terrore

La 26enne stava rientrando da una passeggiata con i suoi cani quando un uomo di origine straniera l'avrebbe avvicinata apparentemente con l'intenzione di conversare. Ma appena entrato nell'atrio nel palazzo, l'uomo l'avrebbe bloccata e avrebbe cercato di avere un rapporto sessuale con lei. La vittima ha raccontato di essere rimasta paralizzata dal terrore, immobilizzata contro il muro, in lacrime. "Ma grazie all'arrivo provvidenziale di un'altra persona sono riuscita a divincolarmi e a infilarmi in ascensore". Ora la polizia è sulle tracce dell'autore dell'aggressione.

Violenta una ragazza in strada: arrestato grazie a un passante

Un altro caso di stupro è avvenuto a Milano nella notte di domenica 7 ottobre. Un cittadino peruviano con precedenti penali, Emilio Graviel Baldes, è stato catturato mentre stava violentando una ragazza in strada. I carabinieri sono stati avvertiti da un passante che ha udito le urla della 19enne. La giovane è stata portata in stato di choc alla clinica Mangiagalli, dove i medici hanno accertato la violenza e riscontrato percosse.