Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Nuovo caso legato all'uso improprio dello spray al peperoncino in una scuola di Milano. Questa mattina, martedì 13 gennaio, è stata spruzzata della sostanza urticante all'interno della classe terza media dell'istituto Tolstoj di via Zaura 7. L'episodio si è verificato attorno alle ore 11, durante il normale orario di lezione. Fortunatamente non ci sono state conseguenze gravi per la salute degli studenti. Otto ragazzini sono stati visitati sul posto dal personale sanitario dell'azienda regionale emergenza urgenza (Areu), senza che fosse necessario nessun trasporto in ospedale. La dirigente scolastica, contattata da Fanpage.it, ha confermato il fatto, parlando di una bravata che avrà delle ripercussioni sul piano disciplinare.

L'intervento del personale Areu

I soccorsi sono giunti sul posto con un'ambulanza e un'automedica, in seguito a una segnalazione per una possibile intossicazione. Una volta arrivato presso l'edificio scolastico, il personale sanitario ha però constatato che nessuno dei ragazzini presenti nell'aula in cui è stato spruzzato lo spray ha riportato sintomi da intossicazione. L'ultimo episodio analogo risale al novembre del 2019, quando nella scuola media Gemelli di Milano 35 ragazzini erano rimasti intossicati dalla sostanza urticante. In quella occasione la scuola era stata completamente evacuata e due studenti erano perfino finiti in ospedale. Oggi come allora resta da capire come sia possibile che ragazzini così giovani siano riusciti a entrare in possesso dello spray al peperoncino, la cui vendita è vietata ai minori di 16 anni.