Ha prima minacciato i genitori con un coltello poi quando questi ultimi sono riusciti a fuggire si è barricato nella casa di famiglia annunciando, in equilibrio sul cornicione del balcone, di voler far saltare in aria l'intero palazzo. È accaduto a Milano, ieri mattina: l'allarme è scattato poco dopo le 11 quando gli anziani genitori dell'uomo, 39enne agli arresti domiciliari per stalking nei confronti della ex compagna, hanno allertato le forze dell'ordine affinché intervenissero per fermare il figlio. I due infatti si trovavano in casa, nel loro appartamento in largo Rio de Janeiro, nel quartiere Ortica, quando il 39enne dopo aver avuto una discussione con loro ha preso un coltello dalla cucina e ha minacciato di far loro del male. A questo punto i due sarebbero riusciti a fuggire e spaventati hanno richiesto l'intervento delle forze dell'ordine.

Si barrica in casa e minaccia di far saltare tutto in aria: era agli arresti domiciliari per stalking

Una volta giunti sul posto i carabinieri hanno notato che l'uomo si trovava sul balcone di casa in equilibrio sul cornicione minacciando di voler far saltare in aria l'intero palazzo: "Apro il gaso e faccio saltare tutto", ha urlato dal balcone a più di dieci metri d'altezza. I militari intanto si sono introdotti nel palazzo e hanno raggiunto il terzo piano dove si trovava la casa cercando di convincere il 39enne ad arrendersi, ma l'uomo ha richiesto di voler parlare con i suoi avvocati per tentare di trovare una soluzione alla pena che stava scontando a suo dire ingiusta. A questo punto i legali hanno raggiunto l'abitazione del 39enne e hanno iniziato con lui un dialogo: ed è così che approfittando di un momento di distrazione che i carabinieri del radiomobile hanno fatto irruzione in casa bloccando l'uomo. Affidato al personale medico del 118, è stato portato al Niguarda, dove si trova tuttora ricoverato nel reparto di psichiatria. Per lui è scattata una denuncia per maltrattamenti in famiglia.