Era appena scesa da un aereo proveniente dal Perù, da Lima, la donna sudamericana fermata dalla Guardia di Finanza all'aeroporto di Linate, a Milano, mentre trasportava più di 9 chili di cocaina purissima. A insospettire i militari che hanno poi proceduto alla perquisizione della donna e della sua valigia l'atteggiamento nervoso che quest'ultima mostrava al ritiro bagagli così come la volontà palese di voler eludere i controlli. Insieme con i funzionari dell’agenzia delle Dogane e dei Monopoli – Ufficio Milano 3 gli uomini della Finanza hanno così provveduto a fermarla al controllo doganale.

La donna sudamericana proveniva dal Perù

Ispezionando i suoi bagagli i militari si sono trovati davanti a un enorme carico di cocaina purissima: circa 9,5 kg, nascosta in finte confezioni di cibo e caffè sigillati tanto da sembrare nuovi. La passeggera poco prima aveva raccontato di voler portare il cibo confezionato ai parenti in Italia, cosa risultata poco credibile. Da qui il sequestro del bagaglio e il suo immediato arrestato. Si tratta dell’ennesimo sequestro effettuato in pochi giorni nell’aeroporto di Linate dalle squadre congiunte delle Dogane e delle Fiamme Gialle.