Immagine d’archivio (LaPresse)
in foto: Immagine d’archivio (LaPresse)

È successo di nuovo: l'ennesimo caso di aggressione nei confronti di un controllore. Nel pomeriggio di mercoledì 11 settembre, intorno alle ore 16un passeggero a bordo di un tram della linea 31 di Milano si sarebbe scagliato contro i controllori per evitare di dover pagare una multa, in quanto sprovvisto di biglietto. Come riportato dalla testata "Milanotoday" i due dipendenti di Atm, dopo aver chiesto il titolo di viaggio e i documenti al passeggero, si sono trovati costretti a farlo scendere dalla vettura in quanto l'uomo era sprovvisto di entrambi. I due malcapitati, che stavano svolgendo tranquillamente loro lavoro, a quel punto hanno subìto un'aggressione in piena regola all'altezza della fermata Parco nord, cercando di difendersi come potevano.

I controllori sono stati dimessi con otto giorni di prognosi

Fortunatamente la colluttazione non ha avuto conseguenze gravi per i controllori coinvolti. Uno dei due è stato ferito alla testa, dove ha riportato diversi lividi e un taglio di piccolo dimensioni. L'altro è stato invece strattonato al punto di uscirne con la camicia completamente a brandelli. Entrambi sono stati medicati al pronto soccorso e poi dimessi con otto giorni di prognosi. Dopo aver ferito i due uomini, l'aggressore è tornato come se niente fosse a bordo del tram, per poi ridiscendere di nuovo alla fermata di viale Fulvio Testi, dove ad aspettarlo c'erano già i carabinieri, nel frattempo allertati dal personale Atm. Il protagonista di questo insano gesto, dopo essere stato multato, ora rischia una denuncia per lesioni personali.