Sciopero Trenord, disagi per i pendolari
in foto: Sciopero Trenord, disagi per i pendolari

Una mattinata di passione per i pendolari lombardi e milanesi: lo sciopero del personale di Trenord, indetto dai sindacati Orsa Ferrovie e Cub, è iniziato alle 9, e da allora la situazione è entrata nel caos. L'azienda ha provato a rimediare assegnando personale di grado superiore o colleghi disposti a fare straordinario per sostituire i ferrovieri che hanno aderito allo sciopero. Ma pur limitando i danni, questi sono stati consistenti.

Fino alle 9 la situazione è stata normale, con corse regolari. Poi, l'inizio dello sciopero: nella prima ora sono saltati il 60% dei treni in partenza dalla stazione di Milano Cadorna, mentre nel resto della mattinata le corse sono risultate di fatto dimezzate del 50% sia da che verso Cadorna. Disagi anche alla stazione di Milano Garibaldi, dove sono saltate il 20% delle corse. Soppresse anche le corse orarie dei Malpensa Express, mentre a piazza Garibaldi le corse per Rho, Como-San Giovanni e Bergamo sono limitate. Le corse che collegano l'aeroporto di Malpensa con Cadorna e Stabio sono invece state sostituite da un servizio di autobus senza fermate intermedie. Lo sciopero terminerà alle 16.59, ma Trenord ha fatto sapere che possibili disagi potrebbero verificarsi anche dopo le 17.