"Ieri è uscita la notizia che dai test per il coronavirus agli autisti Atm risulta che il 60 per cento dei conducenti ha fatto il coronavirus: è una balla, è largamente una balla". Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, è tornato a parlare dei test sierologici per i conducenti dei mezzi pubblici milanesi annunciati qualche giorno fa.  Nel quotidiano videomessaggio dal suo ufficio a Palazzo Marino, il primo cittadino ha chiesto "un po' di collaborazione ai media soprattutto sulle notizie che possono anche essere destabilizzanti".

Test sierologici a conducenti Atm

La sperimentazione avviata con il professor Massimo Galli, virologo dell’ospedale Sacco e professore dell’università Statale,  mira a "definire in quanti hanno fatto il coronavirus in maniera asintomatica o sintomatica, quindi sono tendenzialmente immuni, e per quelli positivi poi facciamo subito il tampone, ovviamente”, ha spiegato Sala aggiungendo che sarà il professor Galli a  "confermare i numeri nei prossimi giorni".

Sala: Ripartiamo dalle nuove scuole al via 19 cantieri

Il primo cittadino ha annunciato l'intenzione di fare ripartire i cantieri per i lavori in 19 scuole cittadine. “Le scuole sono fondamentali per la nostra città quindi nella ripartenza dei lavori pubblici ho dato priorità proprio alle scuole: quattro cantieri sono partiti, e altri quindici inizieranno entro fine maggio”, ha detto Sala dal suo ufficio a Palazzo Marino. Il sindaco ha spiegato che i lavori avviati per "certificati antincendio, rifacimento degli impianti elettrici, dei solai e quello che è necessario. In alcuni casi è previsto l'abbattimento come per la fatiscente scuola di via San Paolino, ma ci sono altri due nuove istituti in costruzione: la scuola di via Viscontini e la scuola di via Brocchi. Saranno belle come il nuovo plesso di via Pisa che sarà ultimato entro settembre, come promesso”.