Teatro Menotti
in foto: Teatro Menotti

Era stata lanciata una raccolta fondi per salvare il teatro dalla chiusura, ma la cifra da raggiungere era a dir poco impossibile: 300mila euro. Una campagna quella della Tieffe Teatro per salvare il Menotti di Milano che andava avanti da tempo e che aveva come obiettivo quello di evitare che calasse il sipario per sempre e che al suo posto venisse costruito un parcheggio: oggi la bella notizia comunicata direttamente dall'assessore alla Cultura del comune di Milano Filippo Del Corno: "Grazie alla generosità del mecenate Filippo Perego, grazie all'intervento immediato e unitario di Comune, Regione e Fondazione Cariplo, grazie all'appello di cittadine e cittadini, grazie alle donazioni di spettatori, grazie all'impegno di artiste e artisti – si legge in un lungo post condiviso su Facebook – grazie alla lungimiranza della proprietà, grazie alla disponibilità di Banca Prossima, grazie soprattutto al lavoro testardo e visionario di tutto lo staff a partire da Emilio Russo ed Enza Pineda, il Teatro Menotti è definitivamente salvo, aperto alla città, all'arte, alla cultura, alla comunità teatrale".

Le attività del teatro andranno avanti fino al 2036

Il Teatro che sorge proprio in via Menotti si trova all'interno di un edificio privato, che Investire Sgr aveva intenzione di riqualificare per realizzare appartamenti di pregio da vendere: al posto del teatro sarebbe sorto invece un parcheggio. Decisione alla quale la compagnia Tieffe Teatro si è opposta da sempre lanciando una raccolta fondi in modo da poter raccogliere i soldi necessari ad accendere un mutuo ipotecario per acquistare infine il teatro stesso valutato 1 milione e 700 mila euro. La storia è evidentemente giunta al trust Filippo Perego di Cremnago che gestisce il patrimonio dell'anziano architetto e che  ha deciso di acquistare gli spazi del teatro: "Il foyer sarà ristrutturato e le attività del teatro andranno avanti almeno fino al 2036", l'accorso che prevede tra le altre cose il cambio del nome del teatro in Menotti Filippo Perego.

Maran: Le famiglie di Milano capaci di gesti di grande generosità

"Negli scorsi mesi c'è stata una grande campagna per salvare il Teatro Menotti, che si trova in un edificio privato che aveva progetti diversi. A questa campagna han partecipato tutte le istituzioni, abbiamo anche aggiornato le regole urbanistiche a tutela del teatro, e tanti cittadini – il commento dell'assessore Pierfrancesco Maran – il teatro Menotti, da ora Teatro Menotti Filippo Perego, continuerà ad essere quindi protagonista della vita della città grazie a quella che è una storia tanto milanese, perché la donazione dell'architetto Perego è in continuità con l'impegno di tante importanti famiglie del nostro territorio capaci di gesti di straordinaria generosità". Nato negli anni '30 come cinematografo, col nome di X Cine, è diventato un cine-teatro nella ricostruzione di fine anni '60 successiva ai bombardamenti della guerra e poi ha collaborato col Teatro dell'Elfo dal 1979 al 2010, fino alla gestione del Tieffe Teatro che ne ha portato avanti l'attività fino a oggi.