Investimento ferroviario a Milano questa mattina, venerdì 28 giugno. Vittima è un ragazzo, che è stato urtato da un convoglio tra le stazioni di Lambrate e Rogoredo. L'incidente è accaduto questa mattina presto, quando solitamente tanti pendolari si recano in stazione per andare a prendere il treno che gli permette di arrivare al lavoro. Secondo le informazioni apprese, il ferito ha circa 30 anni, è grave ma non sarebbe in pericolo di vita. Purtroppo però pare che i medici abbiano dovuto amputare parte di una gamba a seguito dell'impatto con il convoglio: l'arto, probabilmente rimasto incastrato, ha subito dei danni e delle lacerazioni tanto gravi da dover richiedere l'operazione. Subito dopo l'investimento è intervenuta un'ambulanza, che ha soccorso la vittima e l'ha trasportata con urgenza in ospedale. Arrivata in pronto soccorso, è stata affidata alle cure dei medici per gli accertamenti. Presenti anche i vigili del fuoco che hanno liberato il giovane dai binari per affidarlo ai paramedici. Sul posto ha lavorato la polizia ferroviaria, che ha svolto i rilievi del caso e dovrà ricostruire la dinamica dell'accaduto.

Milano: treni in ritardo

L'incidente ha avuto pesanti ripercussioni sulla circolazione ferroviaria. I treni a partire dalle ore 6 di questa mattina hanno registrato ritardi fino a mezz'ora per gli accertamenti sul posto da parte delle forze dell'ordine a seguito dell'investimento. A comunicarlo Luceverde Milano che su Twitter ha informato gli utenti dei possibili disagi alla circolazione: "Nodo di Milano, accertamenti autorità Giudiziaria, la circolazione ferroviaria è rallentata. I treni viaggiano precauzionalmente, con 30 minuti di ritardo".