Si indaga per capire cosa sia accaduto alla ragazza di 17 anni ritrovata svenuta in via Padova a Milano, nella notte tra sabato e domenica scorsi. La giovane, una ragazza di nazionalità peruviana, è stata notata da un passante attorno alle 3 di notte in via Padova, all'altezza del civico 201. L'uomo che l'ha notata ha subito chiamato un'ambulanza, intervenuta in codice giallo. I soccorritori inviati dall'Azienda regionale emergenza urgenza hanno trasportato la giovane al Policlinico di Milano, ipotizzando un malore dovuto presumibilmente all'abuso di alcol, dopo alcuni accertamenti condotti dai medici dell'ospedale, come riportato in un primo momento dal "Corriere della sera", si era pensato che la giovane potesse aver subito degli abusi, ma ulteriori esami specialistici avrebbero escluso l'ipotesi di uno stupro. Tuttavia considerato che si tratta di una ragazza minorenne, trovata in stato di completa ubriachezza, la violenza potrebbe configurarsi anche in caso di connivenza a un eventuale rapporto sessuale.

La ragazza era stata trovata svenuta da un passante in via Padova

Il caso è ora nelle mani dei carabinieri della compagnia Porta Monforte che dovranno ricostruire quanto avvenuto nella notte tra sabato e domenica e soprattutto individuare il responsabile del grave episodio, se confermato. Massimo al momento il riserbo da parte degli inquirenti, considerando anche la minore età della ragazzina. Non si preannuncia un'indagine facile: in via Padova si trovano diversi bar e locali, molto frequentati soprattutto durante le notti del fine settimana. La ragazza non sarebbe riuscita a fornire informazioni dettagliate in quanto ancora in stato confusionale per quanto accaduto. La giovane avrebbe alle spalle un passato turbolento, fatto di cattive frequentazioni e di ripetute fughe da casa: non si può escludere che proprio nei "giri" frequentati dalla giovane possa nascondersi chi avrebbe abusato di lei, lasciandola poi incosciente su un marciapiede nel cuore della notte.