3.119 CONDIVISIONI
31 Gennaio 2020
9:18

Milano, niente elefanti, giraffe e leoni nei circhi: approvato l’emendamento al Regolamento animali

Il Consiglio comunale di Milano ha approvato un emendamento al Regolamento per il benessere e la tutela degli animali che vieta l’utilizzo di leoni, giraffe, elefanti e altri esemplari all’interno dei circhi. Il divieto scatterà sei mesi dopo l’entrata in vigore del nuovo Regolamento. “I circhi non si possono vietare, ma li vogliamo disincentivare ponendo dei paletti che sono molto alti”, ha detto l’assessore Guaineri.
A cura di Redazione Milano
3.119 CONDIVISIONI

Niente elefanti, leoni o giraffe nei circhi che metteranno le loro tende nel territorio comunale di Milano. Questo il senso di un emendamento al Regolamento per il benessere e la tutela degli animali approvato ieri dal Consiglio comunale. Il Comune di Milano, secondo quanto ha detto l'assessore al Turismo e qualità della vita Roberta Guaineri, "disincentiverà" sul proprio territorio comunale "le manifestazioni, come i circhi, che usano una serie di animali che riteniamo delicati e degni di protezione". A rientrare in questa categoria, secondo il testo presentato dal consigliere del Partito democratico Carlo Monguzzi e approvato a larga maggioranza, sono non solo elefanti, leoni e giraffe, ma anche altri grandi felini, primati, cetacei, lupi, orsi, pinnipedi, rinoceronti e ippopotami.

Quando partirà il divieto di impiegare animali non domestici nei circhi

Il divieto di impiegare "animali non domestici in circhi, spettacoli e mostre itineranti" scatterà sei mesi dopo l'entrata in vigore del nuovo Regolamento. L'emendamento prevede anche che i circhi siano circondati da una doppia recinzione, in maniera da evitare che gli animali possano scappare e finire per strada, con grave rischio per l'incolumità loro e di chi vi si imbatte. È una norma che potrebbe scoraggiare i gestori dei circhi dal venire a Milano, come ha spiegato l'assessore Guaineri, che ha poi chiarito: "I circhi non si possono vietare: tutti i Regolamenti delle altre città che hanno provato a vietarli sono stati cassati. Noi questo lo abbiamo capito e recepito, però vogliamo disincentivare ponendo dei paletti che sono molto alti".

Slitta il voto sul Regolamento

Durante la seduta di ieri del Consiglio comunale sono stati approvati altri due emendamenti al Regolamento degli animali: il voto sul testo complessivo è però nuovamente slittato. Tra gli emendamenti approvati, il primo proposto dalla consigliera dem Alice Arienta e già anticipato negli scorsi giorni riguarda la creazione di vagoni o aree dedicate agli animali domestici e ai loro proprietari sulle metropolitane e nei tram. Il secondo, proposto da Manfredi Palmeri della lista Parisi, riguarda il divieto di fumo nelle aree cani.

3.119 CONDIVISIONI
Governo, Meloni:
Governo, Meloni: "Un giorno tornerò a fare la giornalista"
723 di askanews
Storico Natale in Ucraina al Monastero delle Grotte di Kiev
Storico Natale in Ucraina al Monastero delle Grotte di Kiev
1 di askanews
Benedetto XVI, la vita di Joseph Ratzinger: il Papa della rinuncia che amava Dio, Mozart e i gatti
Benedetto XVI, la vita di Joseph Ratzinger: il Papa della rinuncia che amava Dio, Mozart e i gatti
8 di Videonews
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni