immagine di repertorio
in foto: immagine di repertorio

Il nuovo regolamento per il benessere e la tutela degli animali del Comune di Milano è sul tavolo ormai da diverse settimane, in attesa di essere approvato. Già verso la fine del 2019 erano emersi alcuni dettagli circa le nuove direttive che riguardavano la salvaguardia degli amici a quattro zampe, come l'eliminazione dell'obbligo di museruola nelle aree cani per tutte le razze e il divieto dell'utilizzo del collare "a strozzo" che dovrà lasciare spazio a quello "a pettorina". Inoltre, ci saranno novità riguardanti anche l'utilizzo degli animali nei circhi, luoghi nei quali sarà vietato intrattenere il pubblico con grandi felini ed elefanti. Queste modifiche avrebbero trovato concordi sia il Pd che parte delle opposizioni, ormai pronte a votarle e approvarle in Consiglio.

Proposto l'obbligo di patentino per i cani "pericolosi", no di Forza Italia

Il nodo principale, però, riguarderebbe l'inserimento nel suddetto regolamento di una norma che obblighi i proprietari dei cani di razze cosiddette "pericolose" a ottenere il patentino per il proprio animale domestico. Tra le razze in questione, rientrano Pitbull, Rottweiler, American Staffordshire Terrier, Bull Terrier, Cane Corso e Cane Lupo cecoslovacco. Su questo punto, non sembra esserci l'accordo bipartisan sopracitato: il Pd sarebbe favorevole, Forza Italia no. Tanto che l'azzurro Gianluca Comazzi ha dichiarato che "i corsi per il patentino devono essere un'opportunità, non un obbligo", per evitare di discriminare alcune razze. L'esponente del partito di Silvio Berlusconi ha poi presentato un emendamento che propone l‘esenzione delle spese per tutti i proprietari impossibilitati, anche momentaneamente, a prendersi cura dei propri animali perché costretti in ospedale. Adesso la discussione degli emendamenti presentati dalle opposizioni – tra cui una decina a firma Movimento 5 stelle -, proseguirà nei prossimi giorni: il voto finale è previsto per il prossimo giovedì, 16 gennaio.