Uno dei due tondi che compongono "L’annunciazione" di Filippino Lippi
in foto: Uno dei due tondi che compongono "L’annunciazione" di Filippino Lippi

Sarà "L'annunciazione" di Filippino Lippi la protagonista della mostra di Natale gratuita a Palazzo Marino per il 2019. Per il dodicesimo anno il Comune di Milano regala ai milanesi e ai turisti la possibilità di poter ammirare gratuitamente un'opera d'arte a tema natalizio, ospitandola all'interno della prestigiosa Sala Alessi all'interno del palazzo che ospita il Comune di Milano. Dal 29 novembre 2019 al 12 gennaio 2020 i visitatori potranno ammirare i due tondi che compongono il capolavoro del pittore toscano, nato a Prato e vissuto a cavallo tra il 1400 e il 1500.

"Quest'anno il tema del Natale viene celebrato con un'opera straordinaria, proveniente dalle collezioni civiche di San Gimignano, che ringraziamo per aver voluto condividere con la nostra città un capolavoro che le appartiene da oltre cinque secoli – ha detto l'assessore alla Cultura Filippo Del Corno -. Ancora una volta, i Municipi partecipano alle celebrazioni natalizie proponendo un'iniziativa d'arte che segue lo stesso modello di Palazzo Marino, e cioè con l'esposizione, sempre gratuita, di altre due importanti opere provenienti dalle collezioni civiche milanesi e, in particolare, dal Castello Sforzesco".

L'Annunciazione dipinta dall'artista toscano, allievo di Sandro Botticelli, tra il 1483 e il 1484, consta di due grandi tondi: uno raffigura "L’Angelo annunziante" e l’altro "L’Annunziata". Conservati nella Pinacoteca Civica di San Gimignano, i due grandi tondi vennero realizzati quando Filippino aveva 26 anni: il tema dell’Annunciazione era molto importante per la città di San Gimignano, dove, come a Firenze, la festa della Santissima Annunziata, che cadeva il 25 marzo, rappresentava il primo giorno dell’anno secondo il calendario fiorentino.

Proprietario dell’opera esposta a Palazzo Marino è da sempre il Comune di San Gimignano, che la commissionò nel 1482 proprio per ornare la sede del Municipio. Comune che supporta l'esposizione, patrocinata dal Mibact – Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo e promossa dal Comune di Milano e Intesa Sanpaolo, con il sostegno di Rinascente, la mostra è coordinata da Palazzo Reale e realizzata insieme alla Pinacoteca Civica di San Gimignano, con il supporto del Comune di San Gimignano, in collaborazione con le Gallerie d’Italia di Piazza Scala. L’organizzazione è affidata a Civita mentre il curatore della mostra è Alessandro Cecchi, uno dei maggiori studiosi dell’arte toscana tra Quattro e Cinquecento.

L'Annunciazione di Filippino Lippi a Palazzo Marino: date e orari

La mostra gratuita sarà allestita dal 29 novembre 2019 al 12 gennaio 2020 nella Sala Alessi di Palazzo Marino, in piazza Scala. La mostra resterà aperta tutti i giorni dalle 9.30 alle 20, con ultimo ingresso alle ore 19.30. Tutti i giovedì, in via eccezionale, la mostra sarà aperta dalle 9.30 alle 22.30, con ultimo ingresso alle 22. Il 7 dicembre, giorno di Sant'Ambrogio, la mostra chiuderà alle 12 (ultimo ingresso alle ore 11.30), mentre il 24 e il 31 dicembre la chiusura sarà anticipata alle 18 (con ultimo ingresso alle 17.30). L'8, il 25 e il 26 dicembre 2019 e poi l'1 e il 6 gennaio 2020 la mostra sarà regolarmente aperta dalle ore 9.30 alle ore 20 (sempre con ultimo ingresso alle ore 19.30).

Altri due capolavori in mostra presso i Municipi cittadini

"L'annunciazione di Filippino Lippi" non sarà l'unico regalo di Natale del Comune per i cirradini. Dal 30 novembre al 12 gennaio in alcune sedi di Municipi cittadini sarà infatti possibile ammirare altre due importanti opere provenienti dalle collezioni civiche del Castello Sforzesco: "L’Adorazione dei pastori" di Paolo Caliari (della bottega del Veronese) e "L’Annunciazione" di Carlo Francesco Nuvolone. La prima opera sarà ospitata prima presso villa Scheibler (Municipio 8) dal 30 novembre al 20 dicembre, e poi presso l’Emeroteca di via Cimarosa (Municipio 7) dal 21 dicembre al 12 gennaio. "L'annunciazione" del Nuvolone sarà invece esposta prima presso Cascina Turro (Municipio 2) e poi presso l’Auditorium Cerri (Municipio 3): le date sono in corso di definizione. Gli ingressi sono gratuiti.