Emilio Randacio
in foto: Emilio Randacio

È morto la scorsa notte a Milano Emilio Randacio, nota firma de La Stampa. Il giornalista è stato trovato senza vita dai vigili del fuoco nel suo appartamento: i pompieri erano stati allertati dagli stessi colleghi milanesi di Randacio, preoccupati dall'assenza in redazione dell'uomo. Ancora da accertare le cause del decesso, ma stando alle prime ipotesi potrebbe essere stato un malore a causarne la morte. Randacio, che avrebbe compiuto 50 anni il prossimo mese, da anni lavorava come cronista occupandosi di cronaca giudiziaria, presente come tutte le mattine in Tribunale a Milano.

Prima di approdare a La Stampa era passato per Avvenire e Repubblica: aveva iniziato a La Voce di Indro Montanelli. Nato in provincia di Savona, ad Albisola, viveva da tempo nel capoluogo lombardo e a Milano aveva vinto in concorso alla Scuola di Giornalismo Ifg. Nel 2008 ha pubblicato il romanzo Una vita da spia. Amava la sua terra, la Liguria, dove tornava spesso per trascorrere del tempo col suo cane, tra passeggiate nei boschi e all'aria aperta.