Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Violenta lite nella notte tra giovedì e venerdì a Milano, in zona Garibaldi, dove un ragazzo di 21 anni è stato arrestato dai carabinieri per aver colpito con il coccio di una bottiglia un 26enne, sfregiandogli il volto. Tutto è accaduto intorno alle 4 del mattino all'esterno di una discoteca sita in via Tocqueville: all'uscita dal locale i due, per motivi ancora da chiarire, hanno dato il via a un litigio terminato con l'aggressione da parte del 21enne che in un raptus di follia ha preso tra le mani una bottiglia frantumata e si è scagliato contro il suo "rivale" che ha colpito al volto a più riprese, ferendolo gravemente. Sul posto sono giunti immediatamente i sanitari del 118 con due ambulanze: il 26enne ferito è stato medicato e trasportato d'urgenza all'ospedale Niguarda di Milano dove è giunto in codice giallo.

Il ragazzo sfregiato al volto sottoposto a un delicato intervento chirurgico

Stando a quanto si apprende il ragazzo aggredito, residente a Bresso, sarebbe stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico maxillofacciale per una profonda ferita da taglio alla guancia destra, oltre a una seconda ferita al naso e un taglio lacerocontuso al labbro. Sul luogo della lite sono giunti poco dopo l'aggressione anche i carabinieri del Nucleo Radiomobile intervenuti dopo la chiamata di alcuni testimoni che hanno denunciato il violento litigio in corso. I militari hanno fermato immediatamente l'aggressore, un ragazzo italiano, nato a Milano ma residente in Brianza, a Seveso, disoccupato e incensurato: il 21enne trovato ancora con i cocci di vetro utilizzati per ferire il 26enne è stato portato nel carcere di San Vittore.