Ruba il portafoglio ad una turista, ma il colpo dura poco: scoperta dagli agenti della Questura di Milano è stata arrestata e giudicata per direttissima. La vicenda è accaduta nella Stazione Centrale di Milano, uno dei luoghi più sorvegliati del capoluogo meneghino e, contestualmente, uno di quelli dove i colpi di questo tipo non si contano, visto l'enorme flusso di passeggeri di ogni tipo che a tutte le ore attraversano l'importante nodo ferroviario milanese.

La turista, risultata poi essere una donna polacca di trentasei anni, si trovava proprio nello scalo meneghino quando la borseggiatrici, una giovane croata di diciannove anni, risultata anche essere incinta, le ha sfilato il portafoglio con all'interno circa mille euro in contanti, che si trovava nella borsetta della turista polacca. A quel punto la donna ha provato a scappare, ma è stata fermata poco dopo dagli agenti della Polmetro di Milano. Le forze dell'ordine hanno accertato che non solo la donna avesse sfilato il portafoglio della turista polacca, ma che la stessa era già pregiudicata e colpita da un obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. La donna è stata arrestata e condotta, in quanto incinta, all'Ospedale Mangiagalli di Milano per gli accertamenti clinici del caso, dopo i quali si è vista prima convalidato l'arresto e, successivamente, è stata sottoposta al giudizio per direttissima. Le forze dell'ordine, invece, hanno recuperato il portafoglio ed il denaro rubato dalla donna, che sono stati restituiti alla turista polacca che ha potuto così riprendere in tutta tranquillità la sua visita in Italia.