Tragico incendio nella notte a Milano. Una giovane coppia ha perso la vita in un rogo scoppiato in un sottotetto nella zona dei Navigli. Sul posto sono accorsi i vigili del fuoco che hanno spento le fiamme, ma non hanno potuto raggiungere in tempo la coppia. Tra le rovine della casa i pompieri hanno trovato i corpi di un uomo di 29 anni e una donna di 27 anni. Una terza persona, parente della giovane rimasta uccisa, si è salvata e non ha avuto bisogno di cure mediche.

Incendio nella notte a Milano: morti un uomo e una donna

L'allarme è scattato attorno alle tre e mezza di notte di oggi, venerdì 22 novembre, in una palazzina in alzaia Naviglio Grande 156. Le fiamme sono divampate mentre le due vittime stavano dormendo profondamente. I ragazzi, stando a quanto emerso, sarebbero rimasti intrappolati dalle fiamme, mentre i familiari non sono riusciti a intervenire per la porta chiusa dall'interno. Inutili i tentativi di rianimarli da parte dei soccorritori del 118: i due giovani sono morti per l'intossicazione da fumo prima dell'arrivo di vigili del fuoco e soccorritori, chiamati da una vicina che aveva visto la nube salire dal tetto dell'edificio.

In salvo una terza persona

Una donna di 59 anni, matrigna della ragazza, è riuscita a mettersi in salvo e non ha invece avuto bisogno di cure mediche. L'autorità giudiziaria ha demandato gli accertamenti tecnici al comando provinciale dei vigili del fuoco, mentre le indagini sull'accaduto sono affidate ai carabinieri. Stando ai primi rilievi tecnici, l'ipotesi più accreditata è che il rogo sia stato causato da un incidente, un cortocircuito. Disposta l'autopsia sui corpi dei due ragazzi, mentre la palazzina è stata posta sotto sequestro.