Il progetto di via Vittor Pisani e la statua di Rachele Bianchi
in foto: Il progetto di via Vittor Pisani e la statua di Rachele Bianchi

Sarà collocata in via Vittor Pisani, all’angolo con viale Ferdinando di Savoia, la statua di Rachele Bianchi dedicata alla città di Milano. L'opera è stata donata alla Giunta comunale da parte di Giuseppe Bariona, figlio dell'artista e scultrice milanese scomparsa nel 2018. Si tratta di una statua realizzata nel 2014 e collocata per oltre un anno davanti alla facciata di Palazzo del Senato in occasione di una mostra personale dell’artista: "Personaggio", questo il nome, rappresenta una donna avvolta in una tunica, simboleggiandone le qualità morali, sociali e culturali. Elementi che l'artista ha voluto ricercare e dunque rappresentare proprio nella figura femminile, elemento che ha caratterizzato gran parte della sua produzione artistica: Rachele Bianchi ha sempre sostenuto il proprio appoggio al riconoscimento dei diritti della donna nella società. Ed è su questo filone che nasce in consiglio comunale la mozione promossa da Angelica Vasile del Pd e votata giovedì  30 maggio all'unanimità con la quale è stato chiesto al sindaco di promuovere la realizzazione del primo monumento dedicato a una donna nel Comune di Milano.

Approvata la mozione per la realizzazione di monumenti dedicato a donne

Secondo i dati presentati infatti, a Milano, nelle piazze e nei parchi, ci sono circa 121 monumenti pubblici dedicati a uomini e nessuno dedicato a una donna. "Ci sono state tante figure femminili, in Italia e a Milano, intelligenti, capaci e determinate, che hanno cambiato la storia e la cultura, ed è giusto ricordarle", ha spiegato Vasile durante la votazione. Una mozione ripresa anche dall'assessore all’Urbanistica Pierfrancesco Maran: "La donazione dell’opera di una grande artista milanese avviene in un momento in cui il Consiglio comunale ha giustamente chiesto all’Amministrazione di realizzare il primo monumento dedicato a una donna. Bene quindi ospitare un bronzo simbolo della forza e virtù femminile". L'assessore ha poi assicurato l'impegno del comune nel voler dare al più presto alla città una statua dedicata a una delle tante donne che con il loro impegno hanno dato un contributo alla crescita di Milano.