(Foto Facebook)
in foto: (Foto Facebook)

Alcuni vandali al momento ignoti hanno colpito una panchina rossa, simbolo della lotta alla violenza di genere. È successo a Milano, vicino alla Cassina dè Pomm, dove una panchina è stata imbrattata con una scritta offensiva che recita:"Femminismo = distruzione essere umano". Sull'episodio si è già espressa la segretaria cittadina del partito democratico milanese Silvia Roggiani."Pensavano di insultare le donne e invece hanno colpito tutti – si esprime così in una nota la Roggiani – I vigliacchi che volevano offendere il femminismo hanno decisamente sbagliato bersaglio. Imbrattare una panchina rossa, simbolo della lotta alla violenza di genere – una battaglia che riguarda tutti, uomini e donne – è un gesto oltre che vile, ignorante. Non sarà certo una provocazione come questa ad arrestare l'impegno di una comunità in prima linea nella difesa dei diritti violati. Non saranno certo l'azione di vandali a cancellare il messaggio di quella panchina rossa e la memoria delle donne uccise".

La scritta verrà cancellata

Il coordinatore Pd del Municipio 2 Simone Locatelli si è espresso riguardo all'episodio di vandalismo, commentando sui social quanto accaduto. "Le panchine rosse sono il simbolo della lotta alla violenza di genere – ha scritto Locatelli sul suo profilo Facebook – Una battaglia che deve essere portata avanti da tutti, uomini e donne, e che non si ferma davanti a una scritta. Nei prossimi giorni cancelleremo quella scritta e ci mobiliteremo per fare ancora di più". È già in programma quindi un'azione collettiva per ripulire la panchina. "Non li lasceremo soli", ha commentato la Roggiani riferendosi all'iniziativa riparatrice proposta da Locatelli.