Il servizio di car sharing "Share'n'go", concorrente di "Enjoy" e "Freenow" (dalla fusione di "Drivenow" e "Car2go"), si prende una pausa. Per un po' di tempo, a Milano, non si vedranno più girare liberamente per la città le automobiline elettriche gialle di free floating a causa della decisione dell'azienda di migliorare il servizio e rinnovare la flotta. Share'n'go, in una nota apparsa su Facebook, garantisce comunque che i veicoli che metterà a disposizione continueranno ad essere totalmente elettrici. È l'unica realtà di car sharing ad offrire un servizio a impatto zero in termini di inquinamento ambientale.

L'azienda di car sharing: Una breve pausa, torniamo in primavera

Dal profilo ufficiale della società, il lungo post va a specificare le motivazioni dello stop. Una delle quali, forse la principale, riguarda "l'alto numero dei sinistri e di atti vandalici" che la costringe a "installare delle black box, dispositivi in grado di tutelare i nostri clienti e la nostra società da questi gravi problemi". Di recente, anche Enjoy ha adottato la stessa strategia, installando una scatola nera su ogni vettura per controllare che il comportamento di chi noleggia i veicoli messi a disposizione non si renda protagonista di una guida scorretta e dannosa. Share'n'go dà poi notizia dell'avvio del "rifacimento delle colonnine di ricarica localizzate nelle Isole Digitali di Milano". Essendo totalmente elettriche, le auto devono essere ricaricate di tanto in tanto. Il servizio di erogazione dell'energia elettrica, però, deve tornare "ad essere efficiente" prima di rimettere su strada le auto. In chiusura di post, l'azienda chiede "solo un po' di pazienza" sino a primavera, tempo utile per rinnovarsi e tornare a "offrire a Milano e a tutti voi che ci avete sostenuto una mobilità condivisa e sostenibile".