Cani e gatti lasciati al freddo nel Parco rifugio comunale di via Aquila, a Milano. Secondo quanto denunciato da alcuni degli operatori che lavorano nel canile e gattile, i riscaldamenti sono spenti da mesi. Gli animali, in particolare i gatti, sono completamente al gelo. Il sistema di riscaldamento dovrebbe emanare calore dal pavimento, ma così non accade poiché si blocca e non riesce ad attivarsi. "Al freddo ci sono circa 140 gatti, oltre ai cani ospitati nei punti più gelidi – spiega una volontaria a Il Giorno, che però vuole restare nell'anonimato – non possiamo fare nulla, se non aggiungere coperte nei giacigli degli animali e rendere le cucce più confortevoli".

I volontari lavorano con giacche e cappelli

La volontaria spiega che a soffrire sono anche gli stessi lavoratori visto il freddo pungente di questi giorni a Milano, che sono costretti a recarsi al Parco rifugio quotidianamente con giacche e cappelli: "È un problema presente ormai da mesi. Prima era sopportabile ma con il brusco calo delle temperature la situazione è insostenibile – spiegano dal canile – adesso l’inverno si fa sentire". Il problema, stando ai volontari sarebbe stato segnalato al Comune ma non ci sarebbe stato nessun intervento di manutenzione: "Ci sentiamo ripetere lo stesso ritornello: provvederemo, intanto non sappiamo cosa fare".

Il Comune assicura un nuovo intervento di manutenzione

"L’impianto funziona con quattro pompe – spiegano dagli uffici di Palazzo Marino – due attive e due di scorta. Le prime sono state sostituite e riattivate dai tecnici, e le altre due, ora non funzionanti, verranno sostituite in settimana". Il Comune ha fatto sapere che proprio oggi avrebbe mandato i tecnici per rilevare la temperatura dell'ambiente e capire dunque se e come intervenire.