Interno del Teatro alla Scala di Milano
in foto: Interno del Teatro alla Scala di Milano

Il corpo di ballo del Teatro alla Scala ha proclamato una giornata di sciopero per il 26 giugno, giorno in cui è prevista la prima della "Bella Addormentata". La decisione è giunta al termine dell'assemblea dei danzatori tenutasi oggi ed è stata comunicata attraverso un documento ufficiale nel quale Cgil, Cisl, Uil e Fials ne spiegano i motivi: i ballerini vogliono risposte sulla prossima tournée in programma, in particolare su quella che li porterà in Cina. Chiedono infatti che vengano comunicati quanto prima "data certa della tournée in Cina, città e produzioni", in caso contrario sono pronti ad annullare la trasferta visto che, scrivono, il contratto prevede si possono programmare con almeno due mesi di preavviso.

Chiedono risposte sulla prossima tournée in Cina

"Il corpo di ballo unitamente concorda di effettuare con impegno la tournée a Cagliari per alto senso della propria professionalità – si legge nella nota – pur considerando che l'organizzazione delle tournée in generale, per cui tutti i reparti sono in stato di agitazione, rende sempre più difficile mantenerla costante". Il corpo di ballo ha così deciso che verranno fatte due ore di assemblea tutti i giorni fino a domenica 19 per chiedere di sapere entro il 27 maggio la "data certa della tournée in Cina".