Il teatro alla Scala di Milano
in foto: Il teatro alla Scala di Milano

Manca poco all'inaugurazione della stagione lirica della Scala di Milano: il 7 dicembre ci sarà la grande apertura, che vederà andare in scena La Tosca, opera in tre atti di Giacomo Puccini, alla presenza di diverse personalità del monto politico. In primis, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ed il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese. Come previsto, ci sarà il tutto esaurito per il 7 dicembre, ma non solo: biglietti già esauriti per gran parte delle repliche di dicembre. Delle nove previste, già sei fanno registrare il tutto esaurito. E tutto lascia credere che a breve anche i biglietti per le altre tre serate termineranno.

Le tre serate per le quali c'è ancora disponibilità di biglietto sono quelle di gennaio: nelle sei di dicembre, già esaurite, ci sarà tra le interpreti la diva russa Anna Jur'evna Netrebko (che nel 2006 ha chiesto e ottenuto la nazionalità austriaca), che invece a gennaio lascerà il posto alla soprano spagnola Saioa Hernández che completerà dunque il ciclo di nove appuntamenti con l'opera di Puccini. I biglietti rimasti sono comunque pochissimi, da qui l'ottimismo per il tutto esaurito anche per le date di gennaio. Lo aveva, del resto, già ipotizzato Alexander Pereira, il sovrintendente del Teatro della Scala, che lo scorso 4 ottobre ricevendo il premio per la milanesità aveva detto: "Se avessi il doppio dei biglietti, riempirei comunque il teatro". E la risposta è stata in effetti molto forte: lo dimostrano le file iniziate dalle 10 del mattino nel giorno di apertura delle vendite, con molti giovani presenti.