Era rimasto imprigionato nei tunnel della metropolitana di Milano e da quindici giorni vagava disperato cercando di uscire. Un gatto è stato salvato dai volontari di Enpa e dai vigili del fuoco dopo che alcuni passanti lo avevano sentito miagolare attraverso le grate presenti nello spartitraffico di via Sammartini, vicino alla Stazione Centrale di Milano.

Gatto intrappolato per quindici giorni nel tunnel della metropolitana

Quando i presenti si sono avvicinati alle griglie, sono riusciti ad individuare nel buio dei locali sottostanti un gatto che cercava disperatamente di attirare l’attenzione di qualcuno, per poter essere salvato da quella situazione. I soccorritori arrivati sul posto hanno tentato di sollevare le grate. Hanno però constatato che l’accesso ai locali sottostanti diventava troppo difficoltoso e soprattutto consentiva troppe vie di fuga al gatto.

L'intervento di Enpa e vigili del fuoco

È stato chiesto quindi l’intervento del personale delle Metropolitane Milanesi che – per consentire di accedere ai locali di servizio passando dalle gallerie dei treni della fermata della Stazione Centrale – ha chiesto il blocco dei treni in transito. Soltanto così vigili e operatori, accompagnati da agenti della security di Mm, sono riusciti, percorrendo un tratto di galleria ad arrivare ai locali dove si era nascosto il micio e a catturarlo.

Era scappato il 2 novembre alla stazione Centrale

"Portato in clinica, i veterinari di Enpa hanno potuto verificare la presenza del microchip" ha dichiarato Ermanno Giudici, presidente di Enpa Milano. "Così abbiamo ricostruito la storia di questo animale anche attraverso annunci sui social e contatti con altre associazioni del territorio: risulta essere un gatto scappato proprio nella fermata della stazione Centrale della linea gialla della Metropolitana Milanese il 2 novembre. Da allora il gatto ha vagato probabilmente restando sempre nelle gallerie dei treni e soltanto grazie alle proverbiali sette vite dei gatti è riuscito a sopravvivere così tanto tempo".