Ci sarebbero delle "sospette feci di topi" all'interno di un Centro Prima Infanzia eppure la scuola rimane aperta: la denuncia arriva con un post su Facebook da parte di un papà preoccupato per il proprio figlio di un anno e mezzo che frequenta un Centro Prima Infanzia a Milano, in zona Quarto Cagnino. Secondo quanto raccontato dall'uomo, alcuni genitori sarebbero stati allertati in modo non ufficiale dalle insegnanti, riguardo la presenza di escrementi di topo all'interno dell'asilo; venuto a conoscenza della cosa il papà si è così recato presso il Centro per parlare con le maestre che gli avrebbero detto di aver "ricevuto ordine dal Comune di zona di lasciare aperto per non creare panico e di minimizzare coi genitori".

Le insegnanti: cercheremo di tenere i bambini in braccio

Il papà prosegue nel suo racconto spiegando che le insegnanti gli hanno spiegato che la scuola rimane aperta perché si tratta solo di un sospetto e che cercheranno di tenere i bimbi sempre in braccio. "Da regolamento, molto severo – attacca l'uomo – non si può dare nessun genere alimentare ai bambini che provenga da casa però possono stare in un asilo infestato dai topi".

Effettuata subito una derattizzazione

Sulla questione è intervenuto Marco Bestetti, presidente di Municipio 7, al quale fa capo la zona che ha spiegato: "Informo che oggi è stata eseguita la derattizzazione seguendo tutti i protocolli dell'Ats (ex Asl) – si legge in risposta al post su Facebook – e oggi pomeriggio verranno eseguiti meticolosi interventi di pulizia e sanificazione degli spazi". Bestetti ha poi proseguito sottolineando che la competenza del CPI è del comune di Milano e non dei Municipi e che da loro non è mai partito l'ordine di minimizzare il tutto. Alcuni sospetti, confermati dallo stesso Bestetti, indicherebbero in una colonia felina, e del conseguente cibo lasciato agli stessi gatti, la causa della presenza dei roditori.