Genitori in rivolta all'Istituto Comprensivo Confalonieri di via Benigno Crespi di Milano, che ospita piccoli alunni delle scuole primarie di primo e secondo grado. La ragione? Il ritrovamento di escrementi di topo negli ambienti dell'istituto, anche tra i giochi e le classi dei bambini. Le foto scattate dai genitori hanno messo si in allarme la dirigente scolastiche, che però si è limitata a una circolare informale fatta circolare via WhatsApp a genitori e insegnanti per non recarsi il giorno successivo a scuola e per tenere a casa gli alunni.

“Gentili rappresentanti dei genitori Vi scriviamo per informarvi che nella nostra scuola Crespi è stata riscontrata la presenza di topi e relativi escrementi nelle aule e nelle parti comuni”, recita l'incipit del messaggio. Una notizia a cui secondo i genitori – che stanno manifestando fuori l'istituto questa mattina non facendo entrare i figli – sarebbe dovuta seguire l'indicazione chiare e incontrovertibile della chiusura dell'istituto per permettere la disinfestazione.

La preside rassicura: "Non ci sono rischi"

"Nonostante il ritrovamento degli escrementi e l'appello via whatsapp dei docenti ai genitori di tenere i figli a casa, la direzione scolastica, non ha chiuso la scuola e ha disposto il regolare proseguimento delle lezioni", sono le parole di uno dei rappresentati dei genitori riportate dall'agenzia Ansa.  Ma la preside si difende: "A seguito di intervento effettuato dagli uffici preposti nulla osta alla regolare apertura del plesso". Ma ai genitori sembra non bastare la nuova circolare diffusa oggi e chiedono chiarimenti e interventi urgenti.