(Immagine di repertorio)
in foto: (Immagine di repertorio)

Si pensava fosse stata aggredita da uno sconosciuto la donna che all'alba di quest'oggi, martedì 30 giugno, in piazzale Lotto a Milano, è stata trovata ferita da diversi tagli provocati da un coltello. In realtà, a quanto comunicato dalla polizia a Fanpage.it, le lesioni trovatele sul corpo sarebbero state autoinflitte.

Donna scarcerata da 72 ore trovata con ferite alla gola e alle braccia ma nessun coltello

Secondo quanto ricostruito, verso le 6.30 di stamattina, un passante ha notato la donna per terra alla fermata dell'autobus di piazzale Lotto con profonde ferite da taglio alla gola. Allertati, gli operatori sanitari del 118 si sono precipitati sul posto per medicare la 49enne di origini moldave e trasferirla in codice giallo al pronto soccorso dell'ospedale Niguarda dove è stata giudica non in pericolo di vita. A piazzale Lotto si è presentata poi anche la polizia di Milano, allertata dall'Areu (Azienda regionale emergenza urgenza della Lombardia) che, dopo aver effettuato i primi rilievi, non ha trovato alcun coltello sulla scena della presunta aggressione. Inoltre, è stato scoperto che la donna è stata scarcerata tre giorni fa dal carcere femminile di Castrovillari e sul suo corpo sono state trovate cicatrici riconducibili ad armi bianche. Per questi motivi, gli agenti credono che l'episodio riguardi l'autolesionismo. La polizia guarderà comunque i filmati delle telecamere di videosorveglianza per confermare la dinamica, mentre appena sarà possibile sentirà direttamente la vittima per conscere la sua versione dei fatti.