(Foto: Mianews)
in foto: (Foto: Mianews)

Crescono i passeggeri Atm che scelgono l'abbonamento annuale per muoversi con il trasporto pubblico locale. Lo rende noto la stessa azienda che si occupa del trasporto milanese che ha fatto sapere in una nota che in soli tre mesi le sottoscrizioni agli abbonamenti annuali sono cresciute del 40 per cento: nello specifico il periodo di tempo considerato è quello che va dal 15 luglio al 31 ottobre e l'area di riferimento è quella dello STIBM dove gli abbonamenti sono passati dai circa 99.000 del 2018 ai 139.000 del 2019.

Atm: i cittadini utilizzano sempre più il trasporto pubblico

Il costo dell'abbonamento annuale è di fatto l'unico rimasto invariato nel nuovo sistema tariffario introdotto da Atm lo scorso luglio: "I dati confermano la scelta consapevole dei cittadini di utilizzare il trasporto pubblico per i propri spostamenti – commenta Atm – e di dare fiducia al trasporto pubblico con la scelta dell'abbonamento annuale". Bene anche i biglietti trigiornalieri che hanno registrato 213.000 vendite nei primi tre mesi e mezzo, oltre alle tessere dei ragazzi under 14: nello stesso periodo ne sono state emesse oltre 25.000.

Nuove tariffe Atm: le proteste dei milanesi

Molto apprezzato anche l’abbonamento Senior, over 65 o pensionati over 60 residenti a Milano, con più di 150.000 mensili e annuali emessi nei primi tre mesi e mezzo. Non si tratta di una novità nel sistema tariffario Atm ma si conferma un tipo di abbonamento molto gradito dai milanesi. Nonostante l'entusiasmo però di Atm e dei numeri, sono comunque tante le proteste dei pendolari che quotidianamente si trovano ad affrontare disagi e interruzioni delle linee metro per guasti tecnici e che puntano il dito contro l'aumento del biglietto a 2 euro al quale però non è corrisposto un miglioramento dei servizi.