Tutto pronto per l'apertura della stagione 2018/2019 al Teatro alla Scala. Come da consuetudine la serata inaugurale sarà domani, 7 dicembre, giorno di Sant'Ambrogio: l'opera scelta per la prima quest'anno è l'Attila di Giuseppe Verde, dramma lirico in un prologo e tre atti. Si tratta della quarta opera italiana, dopo Giovanna d’Arco, Madama Butterfly e Andrea Chénier, scelta per inaugurare la celebre stagione teatrale, sintomo della volontà di voler riscoprire il repertorio artistico italiano. Diretta da Davide Livermore, l'Attila vedrà sul podio il direttore musicale Riccardo Chailly. In scena invece ci saranno Ildar Abdrazakov nei panni del protagonista, Saioa Hernández nelle vesti di  Odabella, Fabio Sartori come Foresto e George Petean come Ezio. Il Coro del Teatro alla Scala e il Coro di Voci Bianche dell’Accademia Teatro alla Scala sono diretti dal maestro Bruno Casoni. L'orario di inizio è alle 18.00: la prima sarà trasmessa in diretta tv su Rai1 e sarà proiettata in ben 37 luoghi diversi in tutta Milano (le proiezioni, inserite nel programma della Prima Diffusa 2018, sono a ingresso libero fino a esaurimento posti, salvo dove diversamente indicato). Mentre sono 7 le repliche dell'opera previste fino a mercoledì 8 gennaio 2019: martedì 4 dicembre (ore 18.00, anteprima dedicata ai giovani – LaScala Under 30); martedì 11 dicembre, venerdì 14 dicembre, martedì 18 dicembre, venerdì 21 dicembre, mercoledì 2 gennaio, sabato 5 gennaio e martedì 8 gennaio, tutte alle ore 20.00.

Attila di Giuseppe Verdi

L'Attila è un'opera di Giuseppe Verdi nata dalla tragedia Attila, König der Hunnen di Zacharias Werner, ispirata dal nazionalismo germanico. Il compositore italiano la presentò per la prima volta il 17 marzo 1846 al Teatro La Fenice di Venezia: di lì a poco, Attila avrebbe infiammato le platee risorgimentali, pronte a interpretarla come un invito esplicito alla rivolta contro l’oppressione straniera. Sul programma di sala del Teatro alla Scala è illustrata l'intero sviluppo della trama dell'opera, così come il libretto. Per chi non volesse perdere l'evento dell'anno ci sono ancora disponibili i biglietti per assistere alla prima.